Frida Kahlo, “Il caos dentro”: la mostra sensoriale dedicata all’artista messicana

Avrà termine il 29 marzo 2020 la mostra “Frida Kahlo. Il caos dentro”, evento organizzato a Roma per celebrare l’incredibile e passionale vita della pittrice surrealista, una dei più importanti artisti messicani del XX secolo e una vera e propria icona della cultura popolare moderna.

La mostra “sensoriale” delle opere, delle fotografie, delle lettere e di molte altre cose appartenute a Frida Kahlo, è stata inaugurata il 12 ottobre scorso al SET – Spazio Eventi Tirso, un centro eventi non molto lontano da Villa Borghese. Da allora i meravigliosi cimeli che onorano la vita e le opere dell’artista messicana sono accessibili al pubblico, tutta la settimana, dal lunedì alla domenica.

“Frida Kahlo. Il caos dentro” è il titolo di un’esperienza emozionale che riempie gli occhi, la mente e il cuore. O almeno, questo è l’intento dei curatori dell’evento Sergio Uribe, Alejandra Matiz, Ezio Pagano e Maria Rosso, che hanno deciso di allestire la mostra in formato quasi interamente Modlight. Questo sistema tecnologico innovativo è studiato a posta per migliorare l’esperienza visiva: stanze all’oscuro e opere illuminate a led, per ipnotizzare lo spettatore e focalizzare la sua attenzione su ogni singolo oggetto.

Per informarsi su come e quando poter assistere alla mostra, basta visitare il sito del centro www.spazioeventitirso.it.

Chi era Frida Kahlo

Difficile fare un quadro completo ed esaustivo in poche righe per un’artista cosi complessa, cosi particolare e con una vita difficile e travagliata. Una cosa è certa: Frida Kahlo è la pittrice più famosa e importante nata in Messico, anche se ha avuto i giusti onori, i giusti riconoscimenti e la giusta importanza solo dopo la sua morte.

Nasce il 6 luglio del 1907 in Messico, a Coyoacanm da padre ebreo, anche lui pittore ma di origine ungherese e appassionato di musica e di letteratura. Il suo nome originario non era Frida, ma Frieda ed era una dei quattro figli:la trasformazione del suo nome avvenne in età adulta e la sua decisione era legata a una protesta contro la politica nazista.

Il suo talento  si manifesta dentro di lei già in età adolescenziale ed è unito a uno spirito passionale e a un grande anticonformismo. Uno dei temi più importanti della sua arte è l’autoritratto e il primo lo dedicherà al suo grande amore adolescenziale Alejandro.

Uno dei momenti più topici della sua vita fu un grave incidente stradale del 1925, che le costò una grave frattura al bacino e un sacco di interventi chirurgici negli anni successivi. Durante la lunga convalescenza fece un ritratto del suo piede ingessato e tanti altri.

Uno dei suoi più grandi amore fu il pittore, nonché il suo mentore, Diego Rivera, con il quale condivise un rapporto passionale, ma burrascoso, che fini nel 1939. Frida Kahlo mori infine nel suo paese natale nel 1954 e tra le sue opere più ricordate ci sono sicuramente The Frame e le Due Frida.

Condividi su:

Diventa redattore

Da oggi anche tu puoi diventare il NOSTRO COLLABORATORE!

Inviaci notizie, foto, video, curiosità e tutto quello che reputi possa essere BELLO di Roma.

Ti trovi da solo o in compagnia di qualcuno in una piazza, una villa o un parco? Ti sei perso tra le tante stradine del centro storico? Stai vivendo un momento di relax in un posto incantevole di Roma?

Mandaci tutto e Noi penseremo a pubblicarlo.

Allega una foto, due righe o un articolo intero ma ricorda, Mi Piace Roma pubblicherà SOLO cose belle che raccontano la nostra città.

Dicci la tua