Villa Cicognani: la location ideale per ogni evento

Scegliere la villa per cerimonie a Roma: ecco gli errori da non commettere mai

Quando arriva il momento di organizzare un evento importante come il matrimonio, ci sono degli errori da non commettere durante la scelta della villa per cerimonie a Roma.

Il carico di stress e di emozioni possono sempre portare agli errori, e quando si parla di matrimoni e di location, questi sbagli alla fine possono pesare parecchio. Di conseguenza, chi organizza il proprio ricevimento di nozze deve sempre valutare la questione con sangue freddo e con calma altrettanto glaciale.

Le emozioni vanno messe per un momento da parte, preferendo la logica e il pensiero laterale. Il che vuol dire analizzare la situazione da diverse angolazioni e vari punti di vista, per capire se quella location fa esattamente al caso nostro.

Ecco perché oggi passeremo in rassegna i peggiori errori commessi dalle coppie, durante questa fase di scelta.

Sottovalutare le regole della struttura

Per prima cosa, occorre stilare un vero e proprio “business plan” da matrimonio, mettendo nero su bianco i nostri desideri. Ad esempio la voglia di ballare dopo cena, o di pensare ad un allestimento tutto nostro. Nessuno, però, ci può dare la certezza che queste attività siano consentite, se non i responsabili della struttura in questione.

In estrema sintesi, è sempre il caso di chiedere quali sono le regole e le opzioni messe a disposizione di chi prenota la location. Per farti un altro esempio concreto, una villa per cerimonie a Roma potrebbe non permettere l’ingresso di un catering portato dal cliente.

Intimità? Sì, a patto che non sia troppa

C’è chi ama festeggiare prenotando una villa immensa, e chi invece preferirebbe qualcosa di più intimo. Attenzione, però, perché troppa intimità spesso fa rima con pochissimo spazio a disposizione.

Selezionare una struttura troppo piccola può infatti portare una valanga di problemi: potrebbe non esserci lo spazio necessario per gli invitati, o potrebbe essere così scarso da costringerli a festeggiare gomito a gomito, come le proverbiali sardine nella scatola. Per non parlare delle complicazioni in sede di organizzazione, con i camerieri costretti a fare la gimcana fra tavolini e folle ansimanti, in spazi claustrofobici.

Sottostimare la variabile clima

Il fattore clima dovrebbe sempre essere in cima ai pensieri di una coppia che si sposa, perché ci sono mesi che non possono garantire “sole a catinelle”. Non tutti si sposano in estate, visto che anche la primavera è un periodo spettacolare per le nozze. Ed è soprattutto in quel caso che bisogna preferire una villa per cerimonie a Roma versatile, dunque in grado di fornire ampi spazi sia all’aperto che all’interno della struttura. Inoltre, è preferibile che la location consenta di sfruttare un piano B. Per fare un esempio pratico: si scatena il diluvio? Allora è bene che la sala interna sia già predisposta per ospitare cena, invitati, buffet e tutto il resto.

In conclusione, è meglio approcciare la scelta della struttura con una cura certosina, perché spesso la colpa di un matrimonio al di sotto delle aspettative è nostra, e dei nostri errori.

Condividi su:

Diventa redattore

Da oggi anche tu puoi diventare il NOSTRO COLLABORATORE!

Inviaci notizie, foto, video, curiosità e tutto quello che reputi possa essere BELLO di Roma.

Ti trovi da solo o in compagnia di qualcuno in una piazza, una villa o un parco? Ti sei perso tra le tante stradine del centro storico? Stai vivendo un momento di relax in un posto incantevole di Roma?

Mandaci tutto e Noi penseremo a pubblicarlo.

Allega una foto, due righe o un articolo intero ma ricorda, Mi Piace Roma pubblicherà SOLO cose belle che raccontano la nostra città.

Dicci la tua